Parola di Frate Natale 2018, ancora una riflessione di Fra Carlo

Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio ?(Lc 2,49)

Già dalle prime parole Gesù, ritrovato dopo una drammatica ricerca tra i dottori del tempio di Gerusalemme, suscita incomprensione presso Maria e Giuseppe. Il contrasto è duro, come lo sono i difficili rapporti tra le generazioni. Ogni famiglia ne sa qualcosa.
Ma che cosa Maria e Giuseppe non capiscono? L'identità profonda di Gesù, che non è secondo l'idea messianica di Israele, ma in quel "è necessario che obbedisca " al mio Padre celeste. Qui è chiara l'allusione alla necessità della croce, che Maria capirà in seguito.
Il testo presenta alcuni aspetti controversi. Gesù ragazzo obbedisce al Padre, obbedendo ai genitori. Sottomissione e libertà non sono antitetiche. A condizione che siano in campo la volontà di Dio e la coscienza di tutti.
Maria è la donna del sì. Però è anche la prima credente a non capire Gesù. Contraddizione?
La fede è un cammino nel cuore dell'esistenza, che ci apre alla vita. Infatti passerà gradualmente dalla maternità fisica alla maternità spirituale; dal Figlio glorioso al Figlio crocifisso.
Anche lei è discepola. E, come tale, cammina per la via della croce.



Ci sono altre Novità da leggere:

Domenica 21 Luglio 2019 OSPITARE IL SIGNORE Lc10,38-42
Domenica 14 luglio 2019. 15 TO AMARE SENZA ESCLUSIONI....Lc1O,25-37
Ciclo di incontri -ANDIAMO DAI FRATI- a cura di fra Carlo Basili