17 Marzo 2019 2DOMENICA di QUARESIMA

Lc 9,28-36:IL VANGELO DELLA TRASFIGURAZIONE :...
"videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui"(32).


Le letture del tempo quaresimale ci mettono a contatto con il nostro destino di discepoli del Signore. Questo brano vuole essere una risposta all'incomprensione dei discepoli di ogni tempo al mistero della via crucis del Maestro ,e di conseguenza della nostra:"....ma al terzo giorno risorgerà.."(29).
La scena della trasfigurazione avviene in un clima intenso di preghiera. Non si può entrare nei massimi sistemi, ne tanto meno a contatto con il mistero di Dio a sangue freddo. Ci occorre il filtro della preghiera e della Scrittura. Prendiamo come fa Luca Mosè e Elia. Entrambi sono segnati da un destino decisamente avverso. Però si fidano di Dio. E accettano di camminare. Il primo, come è noto ,guida un popolo di schiavi alla libertà, e alla terra promessa. Basterà? Il secondo, come ogni vero profeta, fugge attraverso un deserto inospitale dalla corruzione degli idoli. Ma è solo attraverso la croce che Gesù ci ha acquistato a caro prezzo la libertà eterna di figli.
Se continuo a fidarmi di te , Signore, camminerò sempre per i sentieri della vita in modo più umano, aperto alla speranza.



Ci sono altre Novità da leggere:

Domenica 26 Maggio "se uno mi ama, osserverÓ la mia parola e il Padre lo amerÓ e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.." Gv14,23-29 (24)
Domenica 19 Maggio: 5 Domenica di PASQUA. IL COMANDAMENTO DELL'AMORE FRATERNO Gv 13 (31-35)